itinerario in moto da Terni a Pescara

Tra Umbria e Abruzzo: itinerario in moto da Terni a Pescara

1387 0

Un viaggio emozionante alla scoperta del centro Italia.

Un itinerario nel cuore dell’Italia, tra Umbria e Abruzzo, deve essere per forza emozionante. Tra bellezze naturalistiche, città ricche di storia e di arte, strade appenniniche e ospitalità della gente, il viaggio si trasforma in un’entusiasmante esperienza.

Partiamo in 5 per una spedizione di 4 giorni in moto. Numero perfetto per goderci l’entusiasmo del viaggio e un po’ di sana caciara in compagnia. Provenendo dal sud, il primo giorno è stato speso per il grande spostamento: poco più di 400km per noi, facendo tappa Terni. Nei tre giorni successivi abbiamo compiuto un ricco giro tra Umbria e Abruzzo. Il giorno uno, 140km in Umbria, spostandoci tra Todi, Assisi, Spello e Spoleto. Le tappe del secondo giorno ci hanno portato, lungo l’appenino umbro, a visitare Norcia e poi Amatrice e L’Aquila. L’ultimo giorno è stato dedicato ad una tappa regina: Campo imperatore. Ed infine vista al capoluogo abruzzese: Pescara.

Venti giorni di incontri e discussioni per organizzare il viaggio ed eccoci pronti per questa nuova avventura. Si parte!

Arrivo a Terni

Terni è una città moderna e industriale. Quasi totalmente distrutta durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, presenta oggi un centro storico in cui si alternano strutture moderne a costruzioni antiche. Chiamata anche la “Manchester italiana”, Terni è la città dei contrasti: la città dell’acciaio e la città degli innamorati. E’ qui, infatti, che risiedono le spoglie di San Valentino e la sua basilica è meta di pellegrinaggi degli innamorati di tutto il mondo.

Non può naturalmente mancare una visita alle Cascate delle Marmore. Opera ingegneristica risalente ad epoca romana (271 a.C.), oggi le cascate, tra le più alte d’Europa, rappresentano uno spettacolo che toglie il fiato. L’acqua compie un salto di 165m, suddiviso in tre livelli. Le abbiamo ammirate di sera, quando un impianto di illuminazione le irradia donandole un fascino incredibile.

Dopo la cena presso la trattoria “L’Articolo”, un locale tipico con cibo ottimo e una proprietaria simpaticissima, ci accingiamo a spegnere i motori.  E non solo quelli delle moto…

Da Terni a Spoleto: 140km di Umbria

Il vero viaggio tra Umbria e Abruzzo inizia qui! Giorno due, da Terni si parte per Todi.

Il paesino vanta un bellissimo centro storico con edifici sacri e palazzi nobiliari di notevole prestigio. Situata in cima ad una collina, colpisce per la sua eleganza. Ammiriamo Piazza del Popolo, che rappresenta il cuore pulsante della città, e Piazza Garibaldi da cui si gode di una veduta mozzafiato sulla campagna sottostante. Mangiamo una focaccia sublime: il pan caciato, con noci, formaggio e uvetta. E ripartiamo.

Ci aspetta Assisi. Incantevole vederla arrivando, dominata dalla imponente Basilica di San Francesco. Entriamo nel centro storico di questa deliziosa cittadina medioevale e siamo colpiti da una massiccia presenza di militari. E’ tutto blindato! Mai visto tante forze armate tutte insieme! Ma è d’obbligo dirigerci verso la Basilica. Superati i varchi, ci lasciamo abbagliare dalla grande piazza con il suo lungo porticato. Scattiamo qualche foto, poi toccherà deporre le macchine fotografiche, i cellulari, le vidiocamerine… All’interno non si scattano foto! Tuttavia, la Basilica è un susseguirsi di opere d’arte ed è toccante arrivare alla cripta dove sono custodite le spoglie di San Francesco. Si percepisce in pieno la forte venerazione per questo Santo, il Santo sei Poveri.

Dopo Assisi, puntiamo la nostra bussola verso sud e ci dirigiamo a Spello, un paesino davvero molto caratteristico. Arroccato alle pendici di un monte, ci ha stupiti per i suoi vicoli e scorci unici! Il borgo ha tre stupende porte d’ingresso e conserva ottimamente le mura fortificate romane. Non può mancare una visita alla Chiesa di Santa Maria Maggiore, dove, nella cappella Baglioni, sono da ammirare una bellissima pavimentazione in maioliche e i più spettacolari affreschi del Pinturicchio.

Qui, neanche il tempo di parcheggiare le moto, che una pioggia torrenziale ci accoglie con tutta la sua furia! Meno male che troviamo una gentile accoglienza in un circolo di fotografi, dove ci raccontano tutta la storia del paese, aspettando che spiova…

Visitata velocemente Spello, riprendiamo le moto e ci incamminiamo verso Spoleto. A Spoleto facciamo tappa per la notte, pernottando in un splendido agriturismo con tanto di piscina! Antichissima, la città conserva tutte le tracce delle più diverse epoche storiche che la videro protagonista. Simbolo della città è la maestosa Rocca Albornoziana. Dalla Rocca si compie un sublime percorso panoramico che conduce al Ponte delle Torri, un’imponente struttura a dieci arcate, 236m per 90m di altezza, risalente al 1200. E poi Anfiteatro Romano, Duomo, palazzi gentilizi, edifici ecclesiastici, monumenti… è una città meravigliosa! Un percorso meccanizzato di scale mobili ed ascensori consente di visitarla comodamente.

Giorno 3: tra Umbria e Abruzzo

Terzo giorno si parte per fare visita alle zone terremotate. Prima tappa Norcia. Arriviamo dopo aver
attraversato un bel tratto di appennino umbro. La SS685, denominata delle “Tre Valli Umbre”, ci è piaciuta molto. Lo stesso nome richiama piacevoli panorami, per un percorso che si snoda negli stretti fondovalli appenninici e tra valichi montani. Ci ritroviamo in una realtà molto triste dove si sente nell’aria la sofferenza della gente, ma anche la volontà di ricominciare di nuovo. Una città colpita nei suoi simboli e nei suoi affetti, che merita comunque di essere vistata.

Da Norcia ad Amatrice la storia non cambia, tanta desolazione. Solo che qui c’è molto turismo e la città appare più vivace. A farla da padrone il turismo gastronomico. La famosa amatriciana attira sempre! E anche noi ci siamo fermati a degustare un bel piatto di pasta, lasciando il nostro piccolo contributo.

Si riparte per L’Aquila dove percorriamo un tratto di strada da pieghe da urlo! La SP260 ci ha riservato un grande divertimento. Qui troviamo un’atmosfera diversa: la città è stata quasi completamente ricostruita e il centro storico è gremito di gente. Una gradita sorpresa! Però, abbiamo anche il nostro piccolo inconveniente…  La batteria di Lorenzo decide di farla finita! Essendo sabato pomeriggio e non conoscendo il luogo, entriamo leggermente in ansia. Ma fortunatamente… Dopo circa una mezz’ora di telefonate, riusciamo a trovare una batteria nuova, in un negozio impensabile! Così dopo esserci rasserenati… Riusciamo a prendere sonno per essere freschi e pimpanti e ripartire il giorno successivo.

L’abruzzo: da Campo Imperatore a Pescara

Quarto giorno, quello del rientro. Ore 9:00 partenza per Campo Imperatore. Posso dire che ne vale davvero la pena.  Posto meraviglioso, da visitare assolutamente sia per il paesaggio che per le strade. Tra l’altro lo raggiungiamo in una giornata di aria tersa, dunque lo spettacolo ai nostri occhi è stato totale! Tra gli altopiani più grandi d’Italia, Campo Imperatore si colloca tra i 1460m e i 2140m sul livello del mare. Compreso nel Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, rappresenta un must per i motociclisti!

Dopo le fotografie di rito ci immettiamo sulla strada per Pescara, ultima tappa di questo motogiro. Qui abbiamo mangiato dell’ottimo pesce in riva al mare al “Lido Beach”. E dopo esserci intrattenuti a guardare la motoGP, riprendiamo le nostre moto e ci immettiamo sulla A14 per il rientro.
Che dire, stupenda esperienza, ottima compagnia e posti assolutamente da visitare. Unico appunto, portate sempre con voi uno spray contro le zanzare: sono tantissime e mordono come tigri!!!

Ti invito a condividere l’articolo se ti è piaciuto, utilizzando i pulsanti che trovi in basso. Diventa fan della Pagina Facebook o a seguirci su Instagram per rimanere sempre aggiornato sui nuovi itinerari.

allerol

Ho sempre scritto raccontando ciò che mi appassiona: dei cavalli prima dell'ippoterapia poi. Infine, riscopro la mia adolescenziale passione per le moto e nasce Teste di Casco. Inseguo solo ciò che mi appassiona!

Related Post

Fotografare la moto

Come fotografare la moto

Posted by - 03/10/2019 0
10 consigli per scattare belle foto con la moto senza avere attrezzature professionali ed enormemente costose. Fotografare la moto possiamo…

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.