Ponti tibetani? A Sasso di Castalda!

Ponti tibetani? A Sasso di Castalda!

1746 0

Inaugurati un paio di giorni fa i Ponti Tibetani a Sasso di Castalda… E la nostra curiosità ci ha spinti a raggiungere questa stupenda località lucana per sbirciare il nuovo attrattore turistico lucano. E’ stata per noi una sorpresa scoprire questo piccolo borgo ben ristrutturato e molto accogliente. Ci addentriamo con le moto nelle viuzze del centro storico e parcheggiamo in un larghetto, vicino alla fontanella… Ce la indicano dei signori: “mettetevi lì, vicino alla fontanella! A neanche duecento metri, salendo, trovate i ponti.” Fantastico essere accolti così!

Ai ponti tibetani

Come anticipatoci dai gentili sassesi, salendo per 200 metri tra i vicoli del delizioso paesino raggiungiamo i ponti tibetani. Attaccati al borgo, troviamo l'”attrattore delle emozioni” incastonato tra le montagne, a strapiombo sul “Fosso Arenazzo”. Si tratta di un percorso naturalistico che parte con un ponte più piccolo, prosegue in salita attraverso un sentiero brecciato e termina con il secondo ponte. Il primo tibetano è un antipasto…. 70 metri di altezza per 93 metri di lunghezza. Il ponte maggiore, denominato il “Ponte alla Luna”, è lungo ben 300 metri ed è situato a 120 metri da terra….!!!

Le emozioni

Vi assicuro che il Ponte alla Luna fa un certo effetto!!! Noi lo abbiamo solo osservato ed ammirato…. Ed anche un po assaggiato… Tutta l’area del percorso è liberamente visitabile. Così salendo fino in cima si può arrivare alla parte finale del percorso. Quì il paesaggio è incantevole e si può ammirare il percorso da un “terrazzo” sospeso nel vuoto. Il pavimento in plexiglass permette di intravedere la parete rocciosa a strapiombo. Lo scenario è davvero incantevole ed i brividi non mancano già solo a guardarlo…

Dall’afflusso di gente alla prima giornata di apertura già si percepisce che il nuovo attrattore turistico della Basilicata svolgerà un importante ruolo promozionale per tutto il territorio. EVVIVA!

INFO

 Il prezzo del biglietto è di 15 euro. Per informazioni è possibile visitare il sito internet dedicato al progetto:

www.pontetibetanosassodicastalda.com

allerol

Ho sempre scritto raccontando ciò che mi appassiona: dei cavalli prima dell'ippoterapia poi. Infine, riscopro la mia adolescenziale passione per le moto e nasce Teste di Casco. Inseguo solo ciò che mi appassiona!

Related Post

Fotografare la moto

Come fotografare la moto

Posted by - 03/10/2019 0
10 consigli per scattare belle foto con la moto senza avere attrezzature professionali ed enormemente costose. Fotografare la moto possiamo…

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.